MADRE DI DIO DELLA TENEREZZA - Nuova opera per il nostro concittadino Maestro Iconografo Roberto Zaniolo.

Pubblicata il 15/05/2021

 
MADRE DI DIO DELLA TENEREZZA

Potete ammirarla a  Cittadella fianco dela Torre di Mejaniga In  Borgo Treviso nel nuovo capitello.


 
Il prof.Roberto Zaniolo   iconografo dal 1987 è nato a Galliera Veneta (PD), dove vive.
Insegnante di iconografia presso il Centro Territoriale Permanente per l’istruzione e la formazione degli adulti a Cittadella (PD). Nel 1987 ha cominciato a frequentare corsi di iconografia. Organizza corsi presso il Santuario Basilica Ss. Vittore e Corona a Feltre (BL), presso il CTP di Cittadella (PD), il Fatebenefratelli di Venezia e l’Abbazia di Praglia (PD).
Dal 1995 segue il maestro russo Aleksandr Stal’nov e ora collabora con lui.


"L'origine di questo modello di icona risale all'XI secolo. La materna tenerezza della Madre di Dio è indissolubilmente legata al profondo dolore per il Figlio.
Questa compassione per e con il Figlio, diventa compassione per e con tutte le creature per le quali Egli si è volontariamente sacrificato.
Il dolore causato da una perdita personale si trasforma in una compassione verso la miseria di tutto l'universo. La Madre sorregge il Figlio con la mano destra a motivo di calice, sacrificio offerto per l'umanità e con la mano sinistra lo indica come via da seguire.
Il Figlio la abbraccia teneramente, le sussurra e la consola. Madre assorta e consapevole, il suo volto concentrato, reclino verso il Figlio, è rivolto in realtà non verso il bambino in quanto uomo ma verso il Creatore del mondo, che Ella ha generato. Si inchina verso il Bambino domandandogli misericordia per coloro che a Lui si rivolgono, assicurando la sua intercessione. Per noi esseri finiti e limitati, l'icona diventa una finestra sull'aldilà, che traduce nelle immagini e nelle forme del mondo materiale, la rivelazione del mondo divino e lo rende accessibile alla contemplazione e alla partecipazione."
   
 


Facebook Twitter
torna all'inizio del contenuto