17 marzo, Giornata dell’Unità nazionale, della Costituzione, dell’Inno e della Bandiera.

Pubblicata il 16/03/2021



L’anniversario dell'Unità d'Italia  cade annualmente il 17 marzo e  celebra la nascita dello Stato italiano,
avvenuta in seguito alla proclamazione del Regno d'Italia del 17 marzo 1861, la cui capitale venne fissata a Torino.

 
La completa unificazione del territorio nazionale avvenne però solo negli anni seguenti:
nel 1866 vennero annessi il Veneto e la provincia di Mantova, nel 1870 il Lazio e nel 1918 il Trentino-Alto Adige e la Venezia Giulia.

A tal proposito, venne anche istituita la Giornata dell'Unità Nazionale e delle Forze Armate,
che viene celebrata annualmente il 4 novembre ricordando la vittoria italiana nella prima guerra mondiale,
evento bellico considerato completamento del processo di unificazione risorgimentale.
 
L'anniversario della nascita dello Stato italiano è stato solennemente festeggiato
nel 1911 (50 anni), nel 1961 (100 anni) e nel 2011 (150 anni).
 
L'anniversario dell'unità d'Italia ricorda la promulgazione della legge n. 4671 del Regno di Sardegna con la quale,
il 17 marzo 1861, Vittorio Emanuele II proclamò ufficialmente la nascita del Regno d'Italia,
assumendone il titolo di Re d'Italia per sé e per i suoi successori.
 
 
«Il Senato e la Camera dei Deputati hanno approvato;
 noi abbiamo sanzionato e promulghiamo quanto segue:

Articolo unico:

Il Re Vittorio Emanuele II assume per sé
e suoi Successori il titolo di Re d’Italia.


Ordiniamo che la presente, munita del Sigillo dello Stato,
 sia inserita nella raccolta degli atti del Governo, mandando
a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge dello Stato.

 
(Testo della legge n. 4671 del 17 marzo 1861 del Regno di Sardegna)


Facebook Twitter
torna all'inizio del contenuto