Due nuove opere del Maestro Iconografo Roberto Zaniolo arricchiscono il presbiterio della Chiesa di Mottinello Nuovo.

Pubblicata il 29/05/2020

L’Amministrazione Comunale è lieta di poter esprimere nuovamente i propri più vivi complimenti all’artista iconografo 
Maestro Roberto Zaniolo che ha arricchito la  Chiesa Parrocchiale
di San Giovanni Battista a Mottinello Nuovo con due sue splendide opere 

"L' Arcangelo Michele e "L' Arcangelo Gabriele"


 

L'artista, Maestro Roberto Zaniolo, pur non allontanandosi dall'antica tradizione iconografica di pittura di immagini sacre, anche in queste opere fa trasparire il suo personale tratto stilistico di una particolare eleganza e la cura  particolare per gli effetti delle  luci che contribuiscono a donare un maggiore senso di spiritualità alle immaigni.

 Nel nostro comune siamo onorati di poter ammirare alcune delle opere del Maestro, ricordiamo in particolare le spettacolari icone che affrescano l’entrata del cimitero comunale.
_____________________

"Dopo gli imponenti lavori di restauro voluti dal parroco, padre Umberto Andreetto,  in vista del centenario di fondazione della chiesa (passata da teatro dei Conti Comello a edificio di culto nel 1920) che hanno riportato alla luce le decorazioni esterne di Francesco Bagnara ( Vicenza,1784- Venezia, 1866 ), lo stesso parroco ha voluto impreziosire il presbiterio, che già ospitava due angeli in gesso di discutibile fattura. È sorta l'idea di due imponenti icone raffiguranti gli Arcangeli Gabriele e Michele (quest'ultimo in onore del neo vescovo di Treviso Michele Tomasi) che convergessero verso il centro, dove è collocato il tabernacolo e iinvitassero i fedeli alla contemplazione e alla preghiera. Unanime è stata il plauso dei parrocchiani. Nel concilio ecumenico del 787 viene stabilito:
" ....come la croce sacra è vivificante, quindi anche le icone di Cristo, di Maria, dei santi Angeli e i Santi vanno esposte sulle pareti delle Chiese, nelle case,sul ciglio delle strade e ovunque per essere riverite da tutti coloro che potrebbero vederle...."
Chi venera l'immagine, ne venera la realtà in essa rappresentata. 
 
Gabriele è l'arcangelo che rivela a Zaccaria che Giovanni Battista nascerà da Elisabetta. Ed è colui che farà visita a Maria rivelandole che sarà la madre di Gesù. Il colore verde della veste sta a significare che è messaggero dello Spirito Santo. E' il colore della rinascita, della rigenerazione, simbolo di vita. La tunica è blu per accentuare il riflesso celeste.
 
San Michele è colui che combatte e sconfigge Satana. Ecco perché è stato proclamato protettore delle forze dell'ordine. 
Nel capitolo XII dell'apocalisse è il condottiero delle schiere angeliche contro Satana. Quindi è considerato il difensore del popolo di Dio e il vincitore nella lotta tra il bene e il male. Il colore rosso della veste sta a significare la forza data dallo Spirito nel combattimento contro il male. 
 
Nella chiesa  di Mottinello Nuovo i due arcangeli sono in atteggiamento orante ( di supplica, intercessione) verso il Cristo, presente nel tabernacolo dell'altare maggiore. I due arcangeli rappresentano tutti gli angeli,così come Pietro e Paolo rappresentano tutti gli apostoli.
Le due icone sono realizzate con pigmenti naturali, su tavole di tiglio gessate, usando la tecnica della tempera all'uovo e foglia d'oro. Lo stile e la tecnica si rifanno al periodo bizantino del 1400."
 
Prof. Zaniolo Roberto 
_____________________
 
Il Maestro  Roberto Zaniolo è nato a Galliera Veneta (PD), dove vive. Insegnante di iconografia presso il Centro Territoriale Permanente per l’istruzione e la formazione degli adulti a Cittadella (PD) studia e dipinge icone dal 1987. Ha frequentato i maestri di S.Pietroburgo, Pskov e Monte Athos.
Insegna questa antica arte da 20 anni  ininterrottamente presso il Santuario S.S. Vittore e Corona di Anzù di Feltre, al Fatebenefratelli di Venezia e presso CPIA di Cittadella per il Ministero della pubblican istruzione.

  
 
   







 

 
 


Facebook Twitter
torna all'inizio del contenuto